Plastica e packaging alimentare: verso un’economia circolare con la linea ReLife.

L’argomento plastica legato all’impatto ambientale è stato predominante negli ultimi anni.

Se ne è parlato meno durante il picco dell’emergenza COVID19 – che ha causato un boom dei suoi consumi in diversi ambiti – ma ora è nuovamente in impennata accompagnato dall’ennesimo conto salato ai danni del pianeta.

Molti continuano ad additare l’utilizzo in sé e la diffusione del materiale come causa del problema, quando non esistono valide alternative a minor impatto ambientale per svolgere le sue funzioni, imprescindibili nella vita di tutti i giorni. La plastica è, ad esempio, fondamentale anche per la distribuzione sicura ed efficiente di molti prodotti, è spesso l’unica soluzione possibile per salvaguardare dell’igiene degli alimenti e ha un impatto ambientale inferiore rispetto a molti materiali alternativi.

La soluzione al problema, ad oggi, è una sola: la plastica deve essere smaltita correttamente o, ancora meglio, conservata nell’economia circolare – secondo il modello della Circular Economy -, consentendone riutilizzo, riciclo o compostaggio.

È quindi fondamentale comprendere che non è la plastica in sé ad essere negativa, ma un suo errato smaltimento. Senza plastica, è evidente, non potremmo risolvere molti problemi fondamentali; abbiamo però tutti l’opportunità – e la responsabilità – di assicurarci di mantenerla all’interno di un’economia circolare fuori dall’ambiente.

Al centro del problema dei rifiuti di plastica, così come di altri materiali, c’è il modello lineare di consumo “take-make-dispose”, il breve ciclo di vita dei prodotti che vengono fabbricati, acquistati, usati e diventano rapidamente spazzatura.

Per questo motivo, in quanto azienda produttrice di beni di consumo, siamo profondamente consapevoli delle cause e delle conseguenze di questo modello lineare ed è per questo che in questi anni abbiamo lavorato con impegno per eliminare completamente i materiali non riciclabili nei nostri imballaggi e per ridurre la quantità di plastica nei nostri materiali di consumo, ad esempio nelle buste per sottovuoto; ci siamo riusciti preservandone qualità e resistenza.

Siamo consapevoli però che questo non basta: abbiamo quindi deciso di aprire la strada a un nuovo approccio ai nostri prodotti e imballaggi in cui la plastica diventa un elemento importante in una catena di rigenerazione circolare.

Secondo il rapporto “L’Italia del riciclo 2019” redatto dalla Fondazione Sviluppo Sostenibile, “nei dieci anni analizzati il riciclo degli imballaggi in plastica è notevolmente aumentato ma, per raggiungere i nuovi obiettivi europei, è importante superare gli ostacoli tecnici ed economici che, ad oggi, non permettono di riciclare alcune tipologie di polimeri come le plastiche miste. È necessario, quindi, investire in ricerca e innovazione, elementi chiave per la transizione verso l’economia circolare del settore della plastica.

A livello europeo il tasso di riciclo degli imballaggi in plastica rispetto all’immesso al consumo è passato dal 32% del 2009 al 42% del 2017 (ultimo anno disponibile): l’Italia, rispetto alle principali economie europee, si attesta al terzo, dopo Germania e Spagna entrambe al 48%”.

Ecco perché abbiamo dato vita alla linea RELIFE™, nella quale le buste lisce e goffrate per la conservazione e le brevi cotture a bassa temperatura sono completamente riciclabili.

Questo significa che, contrariamente alle buste per sottovuoto standard in commercio, prodotte con due tipi diversi di polimeri plastici e quindi smaltibili solo nei rifiuti non riciclabili, le buste RELIFE™ sono prodotte con polimeri della stessa “famiglia plastica” e pertanto possono essere gettate nella plastica per donare loro una seconda vita, all’interno dell’economia circolare.

Il vantaggio di questa linea di prodotti è che possono essere utilizzati sia per la conservazione dei cibi che per una loro cottura sottovuoto a bassa temperatura, nel rispetto delle tempistiche e temperature consigliate. Ciò significa che con una sola busta si possono realizzare più step nel ciclo di sanificazione e conservazione degli alimenti, riducendo drasticamente il quantitativo di imballaggi utilizzati, sempre rispettando e mantenendo la sicurezza alimentare e le proprietà organolettiche dei cibi.

Chiaramente non possiamo realizzare autonomamente un’economia circolare delle materie plastiche. La nostra visione è un mondo in cui tutti lavorano insieme per garantire che la plastica rimanga nell’economia e fuori dall’ambiente, ma ci auspichiamo che l’accesso a questa nuova tipologia di prodotti contribuisca a sensibilizzare gli utilizzatori di buste per sottovuoto e spingerli all’acquisto di imballaggi che possano essere riciclati. I consumatori hanno un ruolo vitale nell’economia circolare ed è importante per noi contribuire a rendere il riciclaggio un’abitudine permanente.

Ci piace pensare che questo sia un primo piccolo step verso il cambiamento sistemico nel pensiero circolare a livello industriale. La tecnologia avanza rapidamente cosí come ci auspichiamo migliorino progressivamente le percentuali sul riciclo dei materiali, è per questo che stiamo lavorando con il nostro dipartimento di ricerca e sviluppo nell’esplorazione di approcci innovativi al pensiero dell’economia circolare attraverso nuovi modelli di business.

Continuiamo così ad alimentare nuovi progetti che possano contribuire concretamente a migliorare la salute del nostro ambiente e, di conseguenza, il nostro futuro.

PROMO LIMITATA SPRING 2020
SCONTO 30% su tutto il nostro negozio online

SCOPRI LA PROMO, CLICCA QUI.

ReLife | Buste goffrate riciclabili | Conservazione

Buste Relife goffrate, per macchina ad aspirazione esterna. Le uniche buste per la conservazione sottovuoto completamente riciclabili.

shop

ReLife | Buste lisce riciclabili | Conservazione

Buste Relife lisce, per macchina sottovuoto a campana. Le uniche buste per la conservazione sottovuoto completamente riciclabili.

shop

BLOG

THE SOUS VIDERS

Crediamo nel valore della ricerca tecnologica e scientifica applicate alla cucina e nella qualità degli ingredienti biologici, sani e genuini che rispettano l’ambiente e la salute di chi li mangia.

Ogni giorno in Besser Vacuum lavoriamo in nome di questi valori, per questo motivo crediamo nel cambiamento globale e nella sostenibilità ambientale, un cammino in salita ma che insieme possiamo realizzare.

Eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.
2020-06-05T10:14:52+00:0026 Maggio 2020|Green vibes|0 Commenti

Scritto da:

Il Team Besser Vacuum
IL TEAM BESSER VACUUM Siamo una squadra di esperti del sottovuoto: da oltre 20 anni lavoriamo a fianco dei professionisti della ristorazione e della filiera alimentare. Con molta passione portiamo la miglior tecnica a servizio di tutti, anche nelle cucine domestiche. Siamo "Made in Italy" in ogni dettaglio: ricerca, sviluppo, produzione e assistenza sono svolte in Italia e i nostri prodotti sono usati in tutto il mondo. In questo blog, assieme a diversi collaboratori esterni, scriviamo delle nostre passioni. Scriviamo di cucina, di cibo, di sicurezza alimentare; tra l'emozione di una ricetta e la curiosità di un esperto vi raccontiamo di come scienza e tecnica in cucina possono renderci la vita migliore.

Scrivi un commento