Cucinare un cotechino sottovuoto perfetto? Ecco come fare!

Il cotechino, come molte altre preparazioni tipiche della cucina mediterranea, è tradizionalmente cotto in acqua per lungo tempo, caratteristica che lo rende perfettamente adatto alla cottura sottovuoto. La preparazione sous vide permette di valorizzarne al massimo le qualità: l’utilizzo della cottura sottovuoto a bassa temperatura, infatti, garantisce il massimo controllo su ogni fase della lavorazione.

Grazie alle collaborazioni con Chef e nutrizionisti abbiamo raccolto in questo articolo i migliori consigli su come preparare questo alimento, per darti tutte le informazioni necessarie a valorizzarlo al meglio.

Ecco allora tutto il necessario per ottenere un cotechino perfetto, dal punto di vista organolettico e nutrizionale.

Vai di fretta?
SALTA SUBITO AL PROCEDIMENTO!

Alcune importanti premesse:

Parlando genericamente di cotechino ci si può riferire a più di 10 prodotti tipici riconosciuti, provenienti da cinque diverse regioni italiane. A questi si aggiungono diverse varianti importanti, come il “musetto” tipicamente veneto e friulano.

Ogni versione dell’insaccato ha quindi ingredienti diversi in proporzioni variabili, cambiando così la percentuale di grasso, cartilagini, tessuto connettivo e carne contenuti. A differenza di altri alimenti è quindi difficile conoscere una combinazione perfetta dei fattori tempo e temperatura, ma l’utilizzo di temperature di cottura alte (per gli standard del il sous vide) e lunghi tempi garantisce un risultato di alta qualità per tutte le versioni dell’insaccato.

PREPARAZIONE ALLA COTTURA: foratura, sottovuoto e idratazione

Per cucinare correttamente il cotechino è fondamentale il bagno in acqua, che deve penetrare all’interno dell’insaccato idratandolo. Una corretta idratazione è importante per ottenere una cottura di qualità.

La prima azione da effettuare è quindi la foratura della membrana protettiva.

Si procede poi con il sottovuoto come segue, a seconda dell’attrezzatura a disposizione:

cotachino in macchina a campana1- Con macchina sottovuoto ad aspirazione esterna

La soluzione migliore per preparare alla cottura il cotechino a casa, disponendo di una macchina sottovuoto ad aspirazione esterna è metterlo sottovuoto assieme a del ghiaccio (peso pari al doppio del cotechino) e qualche foglia di alloro. Si utilizza il ghiaccio perché le macchine ad aspirazione esterna non possono lavorare con liquidi.

2- Con macchina sottovuoto a campana

Disponendo di una macchina sottovuoto a campana (come la Besser Vacuum AUSTER) il miglior procedimento prevede l’utilizzo di acqua gassata, pari a due volte il peso del cotechino, e l’aggiunta di foglie di alloro.

Una volta sottovuoto, è opportuno consentire una corretta idratazione. Il processo per completarsi richiede tra le 8 e le 12h, da trascorrere a una temperatura tra i 2 e i 5 °C.

Cottura

Come anticipato, non esiste una combinazione perfetta di tempo e temperatura per tutti i cotechini, ma è certo che la tipologia di alimento beneficia molto di cotture lunghe a temperature elevate.

Il nostro consiglio è di impostare una temperatura tra i 78°C e gli 88°C, per un tempo tra le 10 e le 16 ore. I parametri sono da regolare in base alla dimensione del cotechino, come indicato nella tabella seguente.

COTECHINO SOUS-VIDE: TEMPI E TEMPERATURE DI COTTURA

TEMPERATURA TEMPO
  • Cotechino piccolo di 500g
78-88°C 10h
  • Cotechino medio di 7-800g
78-88°C 12h
  • Cotechino grande, fino a 2kg
78-88°C 16h

Post-cottura e servizio

Completata la cottura, il prodotto dev’essere abbattuto termicamente inserendo il sacchetto in acqua e ghiaccio, e successivamente conservato per almeno 10 ore in frigorifero tra i 2 e i 5°C. Questa fase del procedimento consente una ulteriore fuoriuscita dei grassi e una loro gelificazione. In questo modo è possibile eliminare dal prodotto il 20% dei grassi, migliorandone le qualità organolettiche e nutrizionali.



A seguito, il cotechino potrà essere estratto dalla busta, separato dai grassi in eccesso e rigenerato termicamente alla temperatura di consumo.

Risulterà così più compatto, saporito e più facilmente digeribile.

Ecco preparato il cotechino perfetto dal punto di vista organolettico e nutrizionale.

Riassunto del procedimento consigliato:

  1. Forare la membrana del cotechino

  2. Mettere sottovuoto in sacchetto con acqua pari a 2 volte il suo peso e foglie di alloro

    (Se usi una macchina sottovuoto ad aspirazione usa il ghiaccio!)

  3. Idratare per 12h sottovuoto in frigorifero a 2-5 °C

  4. Cucinare sottovuoto rispettando i dati indicati nella tabella

  5. Abbattere in acqua e ghiaccio e porre in frigorifero per almeno 8h

  6. Separare il grasso gelificato dal cotechino

  7. Porzionare, riscaldare e servire

  8. Buon appetito!

PRODOTTI CORRELATI

Besser Vacuum è il Made in Italy per la cucina professionale dal 1997.
Ora anche per la casa.

 

SCONTO 30% su tutto il nostro negozio online.

 

Vacrowner

VACROWNER

Termocircolatore ad immersione Bluetooth

  • Qualità professionale
  • Acciaio INOX
  • 100% Made in Italy
  • Controllo cottura con App “Sous Vide Technology Bluetooth”
shop

BUSTE GOFFRATE PER COTTURA SOTTOVUOTO

  • Disponibili in diversi formati
  • Con plastiche certificate BPA FREE
  • 100% Made in Italy
shop

Blog

The Sousviders

Crediamo nel valore della ricerca tecnologica e scientifica applicate alla cucina e nella qualità degli ingredienti biologici, sani e genuini che rispettano l’ambiente e la salute di chi li mangia.

Ogni giorno in Besser Vacuum lavoriamo in nome di questi valori, per questo motivo crediamo nel cambiamento globale e nella sostenibilità ambientale, un cammino in salita ma che insieme possiamo realizzare.

Eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.
2020-12-14T07:52:47+00:006 Ottobre 2020|Guida sottovuoto, Ricette|0 Commenti

Scritto da:

IL TEAM BESSER VACUUM Siamo una squadra di esperti del sottovuoto: da oltre 20 anni lavoriamo a fianco dei professionisti della ristorazione e della filiera alimentare. Con molta passione portiamo la miglior tecnica a servizio di tutti, anche nelle cucine domestiche. Siamo "Made in Italy" in ogni dettaglio: ricerca, sviluppo, produzione e assistenza sono svolte in Italia e i nostri prodotti sono usati in tutto il mondo. In questo blog, assieme a diversi collaboratori esterni, scriviamo delle nostre passioni. Scriviamo di cucina, di cibo, di sicurezza alimentare; tra l'emozione di una ricetta e la curiosità di un esperto vi raccontiamo di come scienza e tecnica in cucina possono renderci la vita migliore.

Scrivi un commento

Torna in cima